domenica 21 giugno 2015

GP Austria 2015: primo e secondo posto alla MercedesAMGF1. E i giornalisti italiani ................

Nonostante le consuete sparate dei giornalisti-tifosi italiani (che alla vigilia avevano pronosticato una vittoria della Ferrari), anche il Gran Premio d'Austria 2015 di Formula 1 si è concluso con le MercedesAMGF1 al primo (Rosberg) e secondo (Hamilton) posto e con la Ferrari addirittura giù dal podio.

A dimostrazione di quanto i giornalisti italiani siano fuorviati e fuorvianti, travolti dal loro tifo per la Ferrari dell'italo-canadese Marchionne, un episodio avvenuto al termine delle qualifiche, il giorno prima della gara in Austria. Un giornalista (credo di Sky) fa a Vettel (arrivato terzo in qualifica) la seguente domanda idiota: "Oggi non avresti meritato la pole position?". Risposta (da persona seria) di Vettel: "No, perché le Mercedes sono state più veloci".


Il podio del GP d'Austria 2015 (foto da Twitter) 


Ecco, questa è la professionalità (quella di Vettel) che vorremmo da parte dei giornalisti che si occupano di Formula1.


martedì 16 giugno 2015

Rudolf Caracciola.

Da Napoli (i nobili antenati italiani arrivarono in  Germania durante la Guerra dei Trent'Anni) alla guida delle Frecce d'Argentohttps://plus.google.com/+MauroDonini/posts/iFVVctkm27A

giovedì 11 giugno 2015

La tragedia di Le Mans dell'11 giugno 1955.

A Le Mans, l'11 giugno 1955, a causa di un terribile incidente durante la celebre "24 Ore",  morirono Pierre Levegh, a bordo di una Mercedes 300 SLR, e 83 spettatori.

I feriti furono 120.

La peggiore tragedia dell'automobilismo sportivo.

martedì 9 giugno 2015

Gran Premio del Canada 2015: prosegue il dominio Mercedes.

https://plus.google.com/+MercedesAMGF1/posts/LwhCV471Xzd

Anche in Canada, nello splendido circuito di Montreal, prosegue incontrastato il dominio Mercedes nel mondiale 2015 di Formula 1.

Domenica scorsa le Frecce d'Argento hanno conquistato i primi due posti del podio, con Hamilton che, dopo la beffa di Montecarlo, è tornato agevolmente alla vittoria davanti al compagno di squadra Rosberg

Sembra che anche quest'anno la lotta per il titolo sia un affare di famiglia tra i due piloti MercedesAMGF1, con l'inglese determinatissimo ed in splendida forma e quindi favorito sul collega.

Come sempre, in Italia la vittoria di Hamilton è passata in secondo piano rispetto alle vicende della Ferrari. Partita per il Canada con propositi bellicosi, la scuderia di Maranello ha invece dovuto scontare, da un lato, un problema elettrico che ha azzoppato Vettel durante le qualifiche e lo ha costretto a partire dalle retrovie compromettendo la gara e, dall'altro, la scarsa vena di Raikkonen che, dopo una buona qualifica, ha perso il podio anche a causa di un suo errore di guida.

Nonostante l'esito deludente del Gran Premio, tifosi ferraristi contenti perchè, secondo loro, il passo-gara di Vettel era più veloce di quello delle Mercedes. Può anche darsi, ma ricordiamo che Vettel partiva dalle retrovie ed aveva la necessità di spingere per riguadagnare posizioni mentre Rosberg e, soprattutto, Hamilton hanno condotto una gara in totale tranquillità, senza alcun bisogno di forzare.
La contro-prova, quindi, non c'è. Conta soltanto la classifica finale.