venerdì 17 luglio 2015

Juan Manuel Fangio

In molti lo considerano il più grande pilota di Formula 1 di tutti i tempi.
Come sempre, si tratta di una affermazione che si presta a mille confutazioni, perchè non è mai troppo agevole confrontare tra loro campioni dello sport che hanno militato in epoche diverse, specie in un campo, quello dei motori, dove l'innovazione tecnologica rende imparagonabili i mezzi in gara a distanza anche di soli pochi anni.
Però 24 Gran Premi vinti su 52 corsi, però 29 pole position su 52 partenze, però il fatto di essere miracolosamente sopravvissuto a paurosi incidenti qualcosa devono pur dire, in termini di prestigio, di leggenda, di fato.
E poi il biennio d'oro con le Frecce d'Argento.
Al volante della Mercedes W196 vinse 6 Gran Premi (su 9 disputati) nel 1954 (Argentina, Belgio, Francia, Germania, Svizzera, Italia) e si laureò Campione del Mondo.
Stessa storia nel 1955, con 4 vittorie (su 7 Gran Premi disputati): Argentina, Belgio, Olanda, Italia. E di nuovo Campione del Mondo.
Stiamo parlando di Juan Manuel Fangio. Nato a Balcarce (Argentina) il 24 giugno 1911, morì a Buenos Aires esattamente venti anni or sono, il 17 luglio 1995.
Fu Campione del Mondo di Formula 1 per ben cinque volte.

Mercedes W196 (foto da motorsportrants.com)